Alessandra Baggiani Coaching e Formazione

info@alessandrabaggiani.com

LEADERSHIP E ATTEGGIAMENTO

Home/leadership, Management/LEADERSHIP E ATTEGGIAMENTO

LEADERSHIP E ATTEGGIAMENTO

“Sei un capo o un leader?”

“Che razza di domanda è? Sono un capo quindi sono un leader”.

Questa è la risposta che mi dette tempo fa un senior manager mentre approfondivamo insieme il tema della leadership.

Spesso i due termini vengono utilizzati come sinonimi; c’è, però, una sostanziale differenza.

Il capo, o se vogliamo indorare il concetto, il leader posizionale, è tale per la posizione che ricopre nell’organizzazione. E’ il capo gerarchico e i suoi collaboratori sono tenuti, per contratto, a seguirne le direttive.

Nulla di male, certo! È l’organizzazione e il contratto che riconoscono e danno questo potere al leader posizionale.

Tuttavia fermarsi su questo primo gradino e sentirsi forte del ruolo, non aiuta affatto i capi a rendere il gruppo di persone che coordinano un team efficiente e coeso.

I dipendenti li seguiranno solo entro i confini prefissati della loro autorità formale. E di solito faranno lo stretto necessario. Quando i leader posizionali richiedono un sforzo extra o un impegno lavorativo eccedente l’orario contrattuale difficilmente lo ottengono.

(J. C. Maxwell, I 5 livelli della leadership)

Perché essere tenuti contrattualmente è una cosa, voler seguire una persona è tutta un’ altra. Così come dalla posizione scaturisce autorità ma non automaticamente autorevolezza.

Il leader, invece, è colui che sa coinvolgere, motivare ed influenzare positivamente le persone con cui lavora. Sa convincerle della bontà della sua visione, è autorevole e meritevole di fiducia. I collaboratori lo seguono soprattutto perché lo stimano, non solo perché devono.

La leadership ha molto più a che vedere con quello che sei che con quello che fai.

(F. Hesselbein)

Il leader è assolutamente una persona preparata, ma la sua cifra sta nel suo Essere a livello emotivo e relazionale.

Daniel Goleman, in “Essere leader”, spiega quanto e perché sia importante il contagio emotivo che avviene soprattutto dal leader ai membri del gruppo.

L’atteggiamento del leader, infatti, è fondamentale per l’ambiente che lo circonda e quindi per i collaboratori.
Ciò è dovuto a come è costruito il cervello umano. Gli scienziati hanno definito il il sistema limbico, che è la sede delle nostre emozioni, un sistema a circuito aperto. Se un circuito chiuso è autoregolato, un sistema aperto viene influenzato in buona misura da influssi esterni.
Ciò comporta che la nostra stabilità emotiva è dovuta anche alle nostre relazioni con gli altri. Goleman scrive:

La continua interazione dei circuiti limbici aperti tra i membri di un gruppo crea una sorta di mix emozionale a cui ognuno aggiunge il proprio particolare aroma.

 

Se il clima emotivo che si vive in un team è un cocktail, il leader è il barman. Il suo peso emotivo, in positivo o in negativo, si fa sentire forte e chiaro.

In ogni team, infatti, gli occhi sono tutti puntati sul leader ed il suo atteggiamento influenza fortemente lo stato d’animo dei collaboratori più diretti e, attraverso loro, di tutto il gruppo.

La competenza relazionale e la scelta del corretto stile di leadership da parte del leader sono elementi fondamentali per avere un team è coinvolto, motivato e efficace.

Competenza relazionale e leadership possono essere sviluppate ed allenate.

Se sei un leader posizionale fresco di nomina sei nella posizione giusta per sviluppare la tua leadership. Se sei un leader posizionale di lunga data e ti sei “accomodato” nel ruolo di capo, sei sempre in tempo per capire cosa e come migliorare per diventare il vero Leader del tuo team.

Per quanto riguarda gli stili di leadership li approfondiremo insieme in un prossimo articolo. Stay tuned 😉

 

Su questo sito trovi altri articoli sull’argomento che possono aiutarti nel tuo percorso di miglioramento.
Puoi ottenere la risorsa gratuita “In cosa vuoi migliorare oggi? Piccoli passi quotidiani portano a risultati eccellenti” iscrivendoti alla mia newsletter.
Se vuoi valutare il miglior percorso di coaching e formazione per te o la tua azienda, contattami a info@alessandrabaggiani.com

By | 2019-05-20T12:01:27+00:00 maggio 20th, 2019|leadership, Management|0 Comments

About the Author:

Coach Professionista e Formatrice, aiuto Imprese e Professionisti a migliorare le proprie prestazioni e raggiungere i risultati voluti.

Leave A Comment