Alessandra Baggiani Coaching e Formazione

info@alessandrabaggiani.com

LA TENTAZIONE IMPRODUTTIVA DELLA PERFEZIONE

Home/Produttività/LA TENTAZIONE IMPRODUTTIVA DELLA PERFEZIONE

LA TENTAZIONE IMPRODUTTIVA DELLA PERFEZIONE

Tendere a dare il meglio di noi è positivo.

Ci permette di lavorare concentrati, attenti ai particolari.

È la tensione positiva al miglioramento continuo, che ci spinge ad approfondire ed innovare continuamente.

È la spinta fondamentale per farsi strada nel contemporaneo mondo ipercompetitivo, che tende ad annichilire tutto ciò che non sia un pò sopra la media.

C’è, però, una cosa a cui prestare molta attenzione: che questa tensione proficua a raggiungere il meglio non diventi una improduttiva ricerca della perfezione.

Lì siamo destinati a perdere. Perdere tempo, motivazione ed efficacia.

Cercare la perfezione ci spinge a lavorare a ciclo continuo, a trovare sempre qualcosa da cambiare, senza essere mai soddisfatti del nostro lavoro. Ci tiene inchiodati al pc a leggere e rileggere un progetto, approfondire mille aspetti di poco conto, facendoci perdere, spesso, il focus su ciò che è veramente importante.

Concordo con Zuckerberg:

Fatto è meglio che perfetto!

Ciò non vuol dire fare la prima cosa che ci viene in mente. La premessa che ho fatto è chiara.

Ma quando l’attenzione degenera nella smania di perfezionismo diventa controproducente.

Cosa fare quando senti che stai oltrepassando il limite di una corretta attenzione e cura del tuo lavoro?

Ti consiglio di provare queste due strategie, che funzionano a meraviglia con me.

  1. mi prendo una pausa dal progetto nel quale mi sto inutilmente avviluppando. Penso ad altro, faccio altro; sento il bisogno di alleggerire la testa e rivolgere l’attenzione altrove. Quando successivamente ritorno sul progetto, le idee fluiscono in modo più organizzato e fluido.
  2. mi ritaglio uno slot di tempo entro il quale ultimare un progetto, una presentazione o un articolo. In altre parole, valuto quanto tempo mi occorre, di regola, per ultimare bene una certa attività e rimango in quella finestra temporale.  Questo mi porta a tenere alta la concentrazione sui punti fondamentali dell’attività, ad essere concreta ed incisa.

Tu quali altre strategie utilizzi? Condividile nei commenti 😉

 

Su questo sito trovi altri articoli sull’argomento che possono aiutarti nel tuo percorso di miglioramento.
Puoi ottenere la risorsa gratuita “In cosa vuoi migliorare oggi? Piccoli passi quotidiani portano a risultati eccellenti” iscrivendoti alla mia newsletter.
Se vuoi valutare il miglior percorso di coaching e formazione per te o la tua azienda, contattami a info@alessandrabaggiani.com

 

By | 2019-06-13T15:50:35+00:00 giugno 13th, 2019|Produttività|0 Comments

About the Author:

Coach Professionista e Formatrice, aiuto Imprese e Professionisti a migliorare le proprie prestazioni e raggiungere i risultati voluti.

Leave A Comment